Come fare per


1.04.09 - LEGITTIMAZIONE DEI FIGLI
Dove

Se il legittimando è minore di 18 anni:

Tribunale per i Minorenni di PALERMO
Via Principe di Palagonia, 135 90145 - PALERMO 
Telefoni: 091/6866811 (centralino) – 091/68668275
URP: 091/6866811 - 68668287
fax: 091/6819856 – 091/6820178
e-mail: tribmin.palermo@giustizia.it
 
 
Se il legittimando è maggiorenne:
 
Cancelleria I Sezione Civile
Palazzo di Giustizia di Palermo
Piazza Vittorio Emanuele Orlando
90138 - Palermo
Piano: 2° ammezzato
Stanze: 28- 29- 34-35-36-37-71
Orario di Apertura al pubblico: dal Lunedì al Venerdì dalle 09,00 alle 13,00
Responsabile: Dott. Giovanni Scarpello (Direttore Amministrativo)
Fax: 091 – 58 73 27 / 091 - 58 21 01
Cos'èLa legittimazione permette l’attribuzione della qualità di figlio legittimo a colui che è nato fuori del matrimonio.

Essa avviene per successivo matrimonio dei genitori del figlio naturale o per provvedimento del giudice.
Chi può richiederloLa legittimazione per provvedimento del giudice può essere chiesta da entrambi i genitori, sia congiuntamente che separatamente, a condizione che essi abbiano compiuto almeno 16 anni di età.

Le altre condizioni da soddisfare sono:
  • la legittimazione deve corrispondere agli interessi del figlio
  • l'impossibilità o un gravissimo ostacolo a legittimare per susseguente matrimonio da parte di un genitore
  • l'assenso dell'altro coniuge, se il richiedente è unito in matrimonio e non è legalmente separato
  • il consenso del figlio legittimando se ha compiuto i 16 anni, o dell'altro genitore o del curatore speciale, se il figlio è minore di 16 anni, salvo il caso in cui il figlio sia già stato riconosciuto.
Come si richiede e documenti necessariLa legittimazione per provvedimento del giudice può essere chiesta da entrambi i genitori, sia congiuntamente che separatamente, a condizione che essi abbiano compiuto almeno 16 anni di età.

Le altre condizioni da soddisfare sono:
  • la legittimazione deve corrispondere agli interessi del figlio
  • l’impossibilità o un gravissimo ostacolo a legittimare per susseguente matrimonio da parte di un genitore
  • l’assenso dell’altro coniuge, se il richiedente è unito in matrimonio e non è legalmente separato
  • il consenso del figlio legittimando se ha compiuto i 16 anni, o dell’altro genitore o del curatore speciale, se il figlio è minore di 16 anni, salvo il caso in cui il figlio sia già stato riconosciuto.
Se il legittimando è minore di 18 anni la competenza spetta al Tribunale dei Minori di Palermo. 

Se, invece, il legittimando è maggiorenne la competenza spetta al Tribunale Ordinario di Palermo.

In quest’ultimo caso la domanda di legittimazione, deve essere sottoscritta dall’interessato o da un suo procuratore speciale e presentata in cancelleria.

All’istanza devono essere allegati i seguenti documenti giustificativi:
  • copia integrale dell’atto di nascita del genitore legittimante e del figlio legittimando
  • stato di famiglia del legittimante
  • certificato di stato libero del legittimante o, se questi è sposato, certificato di matrimonio, nonché dichiarazione per atto pubblico da cui risulta l’assenso del coniuge
  • se il richiedente è legalmente separato, è necessario allegare il relativo provvedimento di separazione
  • certificato di residenza del legittimante
  • documenti giustificativi, da cui risulti l’impossibilità o il gravissimo ostacolo alla legittimazione del figlio per susseguente matrimonio.
In caso di esito negativo per la richiesta di legittimazione del Tribunale di Palermo può essere presentata una nuova domanda:
  • allo stesso Tribunale di Palermo, se esistono nuove prove o si verifica un mutamento della situazione di fatto
  • ad un altro Tribunale, nel caso in cui il richiedente ha modificato la propria residenza.
TempiCirca 1 anno
Costi
  • Contributo unificato come da apposita tabella (Allegati – tabella del Contributo Unificato)
  • 1 marca da bollo da € 27,00

Servizi per i cittadini