Come fare per


1.09.04 - RICHIESTA DI PERMESSO DI COLLOQUIO IN CARCERE
Dove
  • Segreteria della Procura
  • Cancelleria G.I.P./G.U.P
  • Cancelleria del Giudice adibito
Cos'èFino alla sentenza di primo grado i permessi di colloquio con imputati in stato di custodia cautelare vengono concessi ai parenti del detenuto dal Giudice che procede, in particolare:
  • dal Pubblico Ministero nella fase delle indagini preliminari;
  • dal Giudice per le indagini preliminari dopo la conclusione delle indagini e prima dell’invio degli atti al dibattimento;
  • dal Tribunale e/o dalla Corte d’Assise durante la fase dibattimentale.
Dopo la sentenza di primo grado i permessi di colloquio sono concessi dal Direttore dell’istituto penitenziario presso il quale si trova ristretto il detenuto.ù

I parenti e affini fino al secondo grado e/o persone conviventi (stato di convivenza documentato o autocertificato) possono ottenere, salvo specifiche esigenze cautelari valutate dall’A.G., permessi permanenti; tutti gli altri devono richiedere al Giudice singoli permessi di colloquio motivando la richiesta di volta in volta.
Chi può richiederloFamiliari e conoscenti del detenuto che devono presentarsi personalmente per presentare la richiesta. La richiesta può essere presentata anche dal difensore.
Come si richiede e documenti necessariDeve essere depositata apposita richiesta, in carta libera, presso:
  • la segreteria della Procura (Pubblico Ministero), nella fase delle indagini preliminari;
  • la cancelleria G.I.P/G.U.P, dopo la conclusione delle indagini (dopo la richiesta del Pubblico Ministero di rinvio a giudizio, giudizio immediato, applicazione pena, giudizio abbreviato)
  • la cancelleria del Giudice adibito, nella fase dibattimentale (nel corso del giudizio ordinario, giudizio immediato, giudizio per direttissima, giudizio a seguito di citazione diretta).
Deve essere presentato il proprio documento d’identità ed eventualmente nella domanda devono essere specificato l’eventuale grado di parentela con il detenuto.
TempiCinque giorni lavorativi dalla data della richiesta con riferimento alla Cancelleria del Dibattimento, due giorni lavorativi con riferimento alla Cancelleria GIP/GUP.
CostiNon vi sono spese.

Servizi per i cittadini